Impianti pubblicitari: 3 consigli per una campagna pubblicitaria efficace!

Impianti pubblicitari: i nostri consigli

Impianti pubblicitari? In un momento di crisi come quello che stiamo vivendo oggi, molte aziende, per risparmiare, si trovano costrette ad applicare dei tagli al bilancio.

Nella maggior parte dei casi la pubblicità è una delle prime a subirne le conseguenze, scelta discutibile e pericolosa!

Sappiamo che la pubblicità è un vero e proprio investimento per il futuro, sia per le piccole che per le grandi aziende, specialmente se parliamo di impianti pubblicitari nelle grandi città.

Abbiamo già parlato dell’importanza generale degli impianti pubblicitari, ma andiamo nel dettaglio, cercando di comprendere i meccanismi di pianificazione di una campagna pubblicitaria.

Tutto ciò che dovremmo aver chiaro per evitare di acquistare affissioni pubblicitarie senza una buona analisi strategica.

Ecco allora i 3 consigli che Diendi media vuole offrirvi per una scelta consapevole.

1 Visibilità, scegliere dove farsi notare!

L’impianto pubblicitario permette di catturare l’attenzione del potenziale cliente, quindi è molto importante individuare i punti strategici per posizionare il proprio messaggio.

In particolare modo se parliamo di punti vendita, questo è il passaggio fondamentale per ottenere ottimi risultati quasi immediatamente.

I fattori principali che compongono la valutazione per la scelta della posizione sono:

la circolazione, ovvero il numero totale di persone che ogni settimana passano dal cartellone

la demografia, tutte quelle informazioni riguardanti il target di riferimento, dall’età al sesso passando per tutte le caratteristiche demografiche

le impression, cioè il numero di persone che vedono il cartellone, in base alle dimensioni, alla visibilità, alla velocità del traffico che attraversa quella determinata zona.

Secondo recenti ricerche il 98% delle persone guarda almeno un manifesto alla settimana e il 71% legge i messaggi pubblicitari su di essi, ricordandoli, ma soprattutto circa il 68% degli acquirenti conferma di prendere decisioni sull’acquisto mentre guida.

Conferma, quindi, l’importanza del posizionamento e della visibilità dell’impianto, in particolare sulle principali direttrici che portano al punto d’interesse.

2 Vantaggio sulla concorrenza, sii il migliore!

Un altro fattore molto importante, da non sottovalutare, è il vantaggio sulla concorrenza.

Nel caso in cui non facessimo alcun tipo di investimento pubblicitario lasceremmo un grande vantaggio ai nostri competitors.

Prima di tutto in termini di visibilità e notorietà, ma anche di autorevolezza.

In secondo luogo studiare la concorrenza, cosa comunica, a chi comunica e come lo fa è ciò che farà la differenza per migliorare sempre la propria strategia.

L’errore più comune è quello di pensare che la concorrenza non sia così presente: pensate che il 6% della spesa pubblicitaria GLOBALE è dedicato alla cartellonistica, un dato molto elevato se consideriamo che stiamo vivendo in un’era in cui il digital fa da padrone.

3 Tipo di impianto, scegli quello giusto!

Abbiamo visto come scegliere la posizione e come lanciare il nostro messaggio in modo autentico.

Ci rimane come capire quale sia la tipologia di impianto pubblicitario più adatta alle nostre esigenze.

Lo studio del pubblico di riferimento è ciò che farà la differenza, proprio perché ogni struttura ha le sue caratteristiche e le sue potenzialità. Comprendere il contesto, il tasso di affollamento di impianti pubblicitari già presenti, gli aspetti logistici fanno tutti parte di un’attenta pianificazione.

La maggior parte delle affissioni temporanee, ad esempio, sono stampate su carta, a differenza delle permanenti che vengono stampate su PVC.

Prima di tutto avranno una diversa durata nel tempo, ma soprattutto una diversa qualità e uniformità nell’immagine.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è la disposizione rispetto alla strada.

Come detto sopra, il 68% degli acquirenti conferma di di prendere decisioni sugli acquisti mentre guida, è importante, quindi, comprendere i fattori che rendono più o meno visibile ed efficace l’impianto.

“Fare pubblicità per risparmiare soldi è come fermare l’orologio per risparmiare tempo” Henry Ford

Vogliamo lasciarvi con questa frase del grande imprenditore H.Ford, che ha fatto della pubblicità una delle sue armi vincenti anche in tempo di crisi.

Quindi alla fine qual è la soluzione migliore?

Quella di investire in modo consapevole, attraverso gli strumenti di marketing migliori per la propria attività, azienda o brand. La pubblicità non va mai in vacanza, affidati agli esperti del settore per incrementare il tuo business, Diendi media è qui per aiutarti!

ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!​

Facebook
Twitter
LinkedIn
Torna su